La struttura del MUSE

Il museo che parla di scienze naturali è stato progettato dall’architetto Renzo Piano.

La struttura del Museo ricorda il profilo delle  montagne in modo da inserirsi nel paesaggio circostante delle Dolomiti.

E’ suddiviso in 6 piani ognuno dedicato ad un ambito diverso: storia della vita e serra tropicale, i sensi e le scoperte, la storia degli uomini dai primi sulle Alpi al futuro globale, la storia delle Dolomiti, la natura alpina, le alte vette.

Il museo è strutturato in maniera che al centro ci sia uno spazio vuoto su cui ci si affaccia in cui sono stati posti animali imbalsamati che si possono osservare da vicino; sono messi ad un livello diverso a seconda dell’altitudine in cui vivono: al piano più alto infatti troveremo gli animali delle alte vette come l’aquila reale e all’ultimo la balenottera.

IMG_5509

Il primo piano è dedicato ai giochi scientifici e alle aule in cui si tengono i vari laboratori.

DSC05399DSC05405

DSC05408DSC05402

(Lorenza, Nico e Eros)

Annunci

Per cominciare

Castelguglielmo è un paese del Polesine, in provincia di Rovigo, tutti amichevolmente lo chiamiamo “Castello”.

La nostra classe 2B della scuola secondaria è una delle “famose” classi 2.0 italiane… che significherà mai???

Significa che oltre ai libri di testo, ai quaderni, alle penne, ai colori e a tutti gli strumenti tradizionali che si usano a scuola, noi siamo dotati di strumenti nuovi: la LIM, un computer e una stampante in classe, dei netbook per ciascuno di noi da utilizzare sia a casa che in classe, un’aula con banchi speciali che ci permettono di lavorare in gruppo oltre che da soli…

Tutto ciò non per ‘darci delle arie’ o per diventare geni dell’informatica, ma per approfittare di queste risorse e imparare in modo diverso, nuovo, imparare a collaborare, a risolvere problemi, a mettere in pratica quello che abbiamo appreso, a creare con la nostra abilità e la nostra fantasia…proprio come cercheremo di fare con questo blog, il “diario” digitale per raccontare la nostra storia.